La resistenza contro Harvey Weinstein

Molti cantanti, attrici e modelle sono stati molestati sessualmente da Harvey Weinstein, e sempre più nomi sono stati aggiunti alla lista di successo del produttore ogni giorno. Altri sono riusciti ad evitarlo e persino a mettere in guardia pubblicamente (non con successo) dal pericolo di anni fa, come Courtney Love. Tutti si aspettano che la giustizia sia fatta ora, ma Lana del Rey l’ ha presa per mano nel 2012. La diva del indie pop-rock, 32 anni, sarebbe stata inseguita da Weinstein nei suoi primi giorni, e in risposta avrebbe dedicato a lei una canzone del suo secondo album. Secondo il portale di notizie PageSix, l’ argomento Cola parla del rapporto di Lana con gli uomini anziani e include chiari riferimenti sessuali.

Una rivincita che lo stesso Weinstein conosceva all’ epoca e cercava di evitare mvideo porno. In parte lo ha fatto, ma la canzone è stata registrata, è stata inclusa nell’ album, e oggi quando la ascolta acquista un significato speciale.

Molestie sessuali nei confronti delle donne

Il primo verso di Cola dice: “La mia vagina ha un sapore come Pepsi Cola, i miei occhi sono grandi come le torte di ciliegie, ho un gusto dolce per gli uomini più anziani, è sempre stato così, quindi questo non mi sorprende”. Originariamente il prossimo ha iniziato con un “Harvey’s in the sky with diamonds and he’s make me pazzo, tutto quello che vuole fare è festa con il suo bel bambino”, ma quando Harvey Weinstein scoperto, era molto arrabbiato e ha chiesto che Lana del Rey rimuovere il suo nome dalla canzone.

La cantante ha concordato e sostituito con un “He’s in the sky…”, ma nella canzone si pronuncia in modo che sembra ancora come dice “Harvey”. Infatti, se si vaogle i testi della canzone, l’ originale con il nome Harvey appare ancora. Pertanto, la vendetta di Lana può essere descritta come un successo.

Secondo fonti dell’ industria citate da PageSix, il tono della canzone è ironico, dato che Lana del Rey non è arrivata da nessuna parte con Weinstein nonostante l’ insistenza del produttore. “Lei lo ha lasciato perché aveva un fidanzato al momento”, dicono. Il perno della canzone è un “Vieni sul bambino, andiamo, fuggiamo via, so che tua moglie e lei non le dispiace” che l’ udito ora suona piuttosto minaccioso. Nel 2014, due anni dopo l’ uscita dell’ album, Weinstein chiese a Del Rey di partecipare alla colonna sonora del film di Tim Burton Big Eyes, da lui prodotto. Ha accettato, così sembra che dopo tutto, il suo rapporto è rimasto cordiale.

Il portale che ha rivelato l’ esclusiva conclude spiegando che hanno contattato i rappresentanti di Weinstein e Lana del Rey, ma che nessuno di loro hanno voluto fare dichiarazioni su questa storia. Mentre il produttore sta vivendo i suoi momenti peggiori, Lana trionfa con il suo ultimo album Lust For Life (che ha raggiunto il numero uno in diversi paesi tra cui la Spagna), con il quale è in tour per il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *